Impianti Chiarificazione

Gli impianti di chiarificazione e disidratazione realizzati da Tecnoimpianti Engineering S.r.l. sono studiati appositamente per acque e fanghi derivanti dalla lavorazione di marmi, graniti, ceramiche ed affini. Per una efficiente ed economica produzione, gli impianti di chiarificazione a “circuito chiuso” sono ormai diventati indispensabili in quanto risolvono i problemi derivanti sia da approvvigionamento idrico che da smaltimento fanghi.
Sono fabbricati con materiali di prima qualità e con tecniche all’avanguardia.
Assicurano una chiarificazione continua delle acque reflue, il loro riutilizzo, ed una perfetta disidratazione dei fanghi rendendoli asciutti e facilmente trasportabili.
Gli impianti sono completamente automatici limitando l’impiego dell’operatore a semplici controlli.

Componenti

  1. Pozzo di raccolta
  2. Pompa sommersa
  3. Chiarificatore
  4. Centralina preparazione e dosaggio polielettrolita
  5. Valvola pneumatica scarico fanghi
  6. Vasca accumulo fanghi
  7. Pompa filtro
  8. Filtropressa
  9. Quadro elettrico
  10. Vasca stoccaggio acqua chiarificata

Le acque reflue provenienti dal ciclo lavorativo (1), vengono convogliate in un pozzo di raccolta (2) e da qui inviate per mezzo di pompa sommersa al chiarificatore (4) dove la presenza del polielettrolita, fa precipitare rapidamente le sostanze in sospensione. Il polielettrolita proveniente dalla centralina di preparazione e dosaggio (3), viene iniettato nella tubazione di sollevamento delle acque reflue. Dopo il trattamento di chiarificazione l’acqua in uscita va alla vasca stoccaggio (5) per riciclo nello stabilimento, mentre le sostanze solide (fanghi) depositatesi nel cono del chiarificatore vengono scaricate in automatico mediante valvola pneumatica nella vasca di accumulo fanghi (6). Una apposita pompa (7) li invia alla filtropressa (8) dove avviene la separazione solido-liquido, I residui solidi pressati vengono scaricati in automatico dalla filtropressa mentre i liquidi vengono rimessi in ciclo. Tutto l’impianto è comandato in automatico da quadro elettrico gestito da PLC con auto-diagnosi.